SOS Villaggio del Fanciullo di Trento


Vai ai contenuti

Menu principale:


Accoglienza mamma con bambino

I nostri servizi

Le comunità educative mamma con bambino sono servizi residenziali di tipo educativo-assistenziale che accolgono nuclei familiari monogenitoriali che attraversano un periodo di difficoltà sotto il profilo delle relazioni familiari, parentali e sociali o in condizioni di disagio psico-sociale.

Scopo dell'intervento è di accompagnare la mamma in un percorso di elaborazione del proprio ruolo genitoriale, partendo dall'elaborazione della propria storia personale e del proprio ambiente culturale d'origine, in modo da poter raggiungere un'adeguata autonomia e una sufficiente consapevolezza e competenza nel rapporto educativo. Al tempo stesso è garantito un intervento integrativo, ove opportuno o necessario, nei confronti del bambino, nella direzione di una risposta completa ai suoi bisogni.

Le comunità sono gestite da educatrici non residenziali che lavorano secondo la modalità dell'equipe: guidate e supportate dal servizio interno di coordinamento pedagogico, fruiscono di una supervisione mensile (proposta da un consulente esterno) e di un monte ore annuale di formazione e aggiornamento psico-pedagogico e relativo alla sicurezza sul posto di lavoro.

Sono utilizzati per questo tipo di intervento 5 immobili di diversa metratura. Uno si trova all'interno del Villaggio e quattro in città: due possono accogliere contemporaneamente più nuclei familiari (con modelli di volta in volta definibili: per esempio tre mamme con tre figli o due mamme con 5 figli) tre possono accogliere singoli nuclei. La capienza totale massima è di 9 mamme con 14 bambini. La diversa tipologia di immobile corrisponde anche ad una diversa configurazione del progetto: le comunità che accolgono contemporaneamente più nuclei famigliari prevedono un intervento educativo meno intenso, si rivolgono a nuclei con una identità abbastanza costruita e agiscono attraverso l'interazione e la collaborazione fra gli adulti; le comunità che accolgono un solo nucleo prevedono un intervento educativo più intenso, sono maggiormente orientate al far emergere la consapevolezza e la competenza gestionale e genitoriale della donna.

A seconda del bisogno espresso dalla donna e del progetto concordato, l'intervento del personale educativo è indirizzato a sostenere e a promuovere una evoluzione positiva delle competenze della donna nelle attività di:

  • gestione dell'appartamento (cura della stanza e degli spazi comuni secondo le modalità condivise con il personale educativo)
  • gestione delle risorse economiche (utilizzo consapevole delle risorse che la donna ha a disposizione con definizione, se possibile, di un piano di risparmio per costruire le basi di una futura vita autonoma)
  • accesso e rapporto con i servizi territoriali e nell'adempimento di procedure burocratiche (mantenimento costante dei rapporti con il Servizio sociale, con le agenzie educative dove vengono collocati i bambini; compilazione icef, ottenimento del permesso di soggiorno, accesso ai pacchi viveri se necessario)
  • gestione delle relazioni dentro l'appartamento (sostegno ad una convivenza serena con le altre ospiti)
  • cura e relazione con i figli (provvedere ai bisogni alimentari, igienici, affettivo-relazionali, emotivi, culturali dei bambini)
  • gestione delle relazione familiari e amicali (individuazione delle relazioni familiari e amicali positive e significative e sostegno nel mantenerle, definizione delle opportune modalità di contatto tra i bambini e il padre,…)
  • indivisuazione di occasioni di socializzazione e di positivo utilizzo del tempo libero
  • ricerca di una sistemazione alloggiativa in autonomia (presentazione domanda Itea…)
  • ricerca di un impiego lavorativo o di attività formative propedeutiche.


Nelle comunità mamma con bambino sono garantite le seguenti prestazioni:

  • accoglienza residenziale in un contesto educativo di tipo familiare
  • osservazione strutturata della situazione
  • assistenza sanitaria tramite il medico di famiglia convenzionato con il Villaggio
  • sostegno delle capacità genitoriali per le aree più problematiche emerse attraverso l'osservazione
  • garanzia della frequenza della scuola dell'obbligo ed eventuale sostegno scolastico pomeridiano
  • attivazione, in accordo con i Servizi sociali di riferimento, di idonei percorsi di orientamento ed inserimento lavorativo
  • attivazione, in accordo con i Servizi sociali di riferimento, di idonei percorsi di orientamento ed inserimento in agenzie aggregative del territorio
  • sostegno alle capacità domestiche
  • sostegno alla capacità di gestione del denaro
  • eventuale supporto psicologico, legale, emotivo attraverso consulenze attivate all'occasione
  • nel caso in cui il Tribunale dei minorenni decreti la separazione del nucleo familiare o la mamma decida di interrompere il progetto, accompagnamento psicologico per i bambini e per la mamma verso i rispettivi percorsi individuali.


Home Page | Chi siamo | I nostri servizi | Metodologia | Rapporti col territorio | Come aiutarci | Servizio civile | News | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu