SOS Villaggio del Fanciullo di Trento


Vai ai contenuti

Menu principale:


Trentini per la Georgia

News

Da qualche anno è nata una collaborazione fra il Villaggio e l’Associazione “Trentini per la Georgia” nata alla fine degli anni 90 grazie in particolare all’impegno del dott. Bruno Fronza, allora Presidente dell’Associazione “Trentini nel mondo” che, in questa veste, è venuto a contatto con la situazione georgiana che si presentava all’epoca estremamente critica dal punto di vista economico, sociale e politico dopo la chiusura dell’esperienza dell’Unione Sovietica. Il dott. Fronza, in sinergia con i vertici istituzionali della Provincia di Trento e creando subito attorno a sé una rete di persone sensibili fra cui l’ex direttore del settimanale diocesano “Vita Trentina” Marco Zeni, attivò subito alcuni interventi di carattere assistenziale che successivamente hanno potuto ampliarsi e strutturarsi grazie alla costituzione dell’Associazione – che conta oggi una cinquantina di soci volontari - ed al rafforzamento della collaborazione con la stessa Provincia di Trento.

Il Villaggio in tutto questo? Da alcuni anni è in contatto con l’associazione Trentini per la Georgia per due tipi di intervento: attraverso l’attività di due preziosi volontari, che al Villaggio sono chiamati “nonno Gigi” e “nonna Elena”, vengono raccolti vestiti, giocattoli ed altri materiali che vengono selezionati e dove necessario rimessi a posto e successivamente donati all’Associazione per la Georgia; attraverso la messa a disposizione di spazi abitativi il Villaggio consente all’Associazione di far arrivare a Trento cittadini georgiani per cure mediche che nel loro Paese non sarebbero disponibili o soltanto a condizioni economiche non accessibili.
In questo modo si raggiungono alcuni obiettivi significativi:
sono positivamente utilizzati materiali in buono stato che altrimenti verrebbero buttati via dalla gente e si fa un buon uso di spazi immobiliari che magari rimarrebbero temporaneamente inutilizzatiVillaggio apre una finestra sul mondo e, solitamente destinatario della generosità altrui, scopre che nell’essere a sua volta solidale arricchisce se stesso e la sua proposta di accoglienzaVillaggio collabora con un’altra organizzazione ed anche in questo tipo di relazione si sviluppano possibilità di crescita che altrimenti non si avrebbero.

Questa la lunga premessa: tornando al titolo, venerdì 22 luglio, i volontari dell’Associazione hanno invitato direttore e volontari del Villaggio al loro annuale pranzo sociale cui era presente anche il nostro vescovo emerito mons. Luigi Bressan da sempre vicino all’Associazione. E’ stata un’occasione piacevole anche per dirsi reciprocamente grazie ma soprattutto per essere aggiornati sulle attività attualmente promosse in Georgia e sulla prossima visita di Papa Francesco a questo Paese in occasione della quale ci sarà forse la possibilità di un incontro con lui e i volontari di Trentini per la Georgia.

Home Page | Chi siamo | I nostri servizi | Metodologia | Rapporti col territorio | Come aiutarci | Servizio civile | News | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu